Telecontrollo: un nuovo ‘modus operandi’

Posted on lug 23, 2014 in tips and tricks

Forse non ne abbiamo neppure coscienza, ma il mondo che ci circonda è sempre più assimilabile a un grande Sistema di Telecontrollo. La necessità di garantire la sicurezza e la perfetta funzionalità dei sistemi di distribuzione dell’energia, dell’acqua, del gas, del controllo del traffico… ci suggerisce di disporre di sistemi di supervisione che ci aiutino a decidere, a intervenire, a risolvere emergenze. Per non parlare dell’opportunità di migliorare l’efficienza e di minimizzare gli sprechi e i consumi.

Telecontrollo è un modo di operare, una modalità per assolvere a tante piccole incombenze, a tante delicate attività. Per questo l’evento che si è tenuto ai primi di novembre 2013 a Bologna è risultato quanto mai interessante e attuale sia per gli addetti ai lavori, ovvero tecnici e progettisti, sia per coloro che sono chiamati a prendere decisioni in ambito pubblico e privato relativamente a progetti di efficientamento, riduzione dei consumi, sostenibilità ambientale ed economica. Una kermesse che ha visto, nell’arco di due giorni, la presentazione di oltre 60 memorie frutto di analisi, ricerche e realizzazioni da parte di università, utility, integratori e fornitori di sistemi di automazione.

Acqua, gas, energia, traffico, tutte le reti di pubblica utilità sono stati al centro del dibattito che è stato ulteriormente favorito dallo svolgimento di una tavola rotonda dal tema: ‘Confronto tra industria e territorio: la ricerca di un modello di business sostenibile per l’evoluzione verso la smart community’.

La XIII edizione del Forum Telecontrollo è stato organizzato come sempre da Anie Automazione, ma con un nuovo partner di prestigio: Messe Frankfurt. Un binomio che ha già dato i suoi frutti nell’affermazione della fiera SPS/IPC/Drives Italia e che sta studiando nuovi progetti. La partecipazione di sponsor come ABB, Siemens, Copa-Data, Lacroix Sofrel, Panasonic, Riello UPS, Schneider, Wago e Wonderware oltre ad altre 18 aziende è garanzia di competenza, innovazione e specializzazione. Un Forum quindi all’insegna della tecnologia, che è stato anche l’occasione per favorire l’incontro fra domanda e offerta, fra privato e pubblico, fra tecnica ed economia, fra presente e futuro.