SPS Italia: un vero successo

Posted on lug 31, 2014 in tips and tricks

Sono arrivato verso le 7:30, d’altra parte era necessario, oltre che opportuno, essere in fiera per tempo , prima che venissero aperti i cancelli, prima che il flusso atteso di visitatori si riversasse nei padiglioni espositivi. È stata pura emozione camminare lentamente nei vari corridoi e osservare gli stand ancora spenti. Si percepiva la forza della tecnologia anche se ancora silente e immobile. È stata questione di poche ore e la realtà ha sostituito l’immaginazione e come spesso accade l’ha abbondantemente superata.

I corridoi si sono velocemente riempiti di tecnici, progettisti, manager, imprenditori, professori, studenti. Gli accenti e le parole ci hanno fatto capire che la distribuzione territoriale dei visitatori era veramente nazionale e che il desiderio di vedere, conoscere, scoprire era al massimo livello. I padiglioni si sono trasformati in una grande agorà offrendo possibilità di incontro e confronto e soprattutto nuove occasioni di business. L’atmosfera che si respirava era quella di altri tempi, quando si andava in fiera con la curiosità delle novità e con la certezza di poter trovare le risposte ai propri bisogni. Proprio a queste esigenze ha risposto pienamente SPS IPC Drives Italia come hanno confermato sia gli espositori sia i visitatori. Una kermesse che non ha avuto sosta: tre giorni ricchi di appuntamenti, di tavole rotonde, di seminari, di workshop… Non sono mancati anche i momenti di divertimento e di svago, come la Mai Fest e l’aperitivo Telecontrollo oltre alle numerose occasioni di brindisi e di festeggiamenti svoltesi nei singoli stand. Il tutto è stato caratterizzato dalla consapevolezza che il settore dell’automazione, pur nelle difficoltà del momento, mostra una sostanziale tenuta e una visione positiva del futuro. D’altra parte dove è di casa l’innovazione si sviluppa la competitività e quindi nuove opportunità di business. Per il momento godiamoci il successo di una manifestazione che ha il merito di aver ridato grande visibilità all’automazione elettrica, ricordando a tutti quanto il mercato italiano sia importante e dinamico.